Sindrome Encefalopatica da Pleurocybella porrigens

ASPETTI GENERALI:


Tempi di latenza
Aspetti legati alla commestibilità
Tossicità estrinseca
La pagina dei Funghi a cura del Dr. Carmine Siniscalco
Funghi Comuni: Caratteristiche, Sosia e Aspetti Tossicologici

SINDROMI A LUNGA INCUBAZIONE:


Sindrome Falloidea
Sindrome Orellanica
Sindrome Gyromitrica

SINDROMI A BREVE INCUBAZIONE:


Sindrome Muscarinica o Neurotossica colinergica
Sindrome Panterinica o Neurotossica anticolinergica
Sindrome Psilocibinica o Allucinogena
Sindrome Gastroenterica o Resinoide
Sindrome Coprinica
Sindrome Emolitica

SINDROMI A LATENZA INTERMEDIA:


Sindrome Paxillica o Citotossica allergica
Sindrome Nefrotossica o Norleucinica

SINDROMI EMERGENTI:


Sindrome Nefrotossica o Norleucinica
Sindrome Rabdomiolitica
Sindrome Acromelalgica o Eritromelalgica
Sindrome morgana (Morganismo) da Clorophyllum molybdites
Sindrome di Szechwan
Sindrome Encefalopatica da Pleurocybella porrigens
Specie responsabile è la Pleurocybella porrigens (Persoon) Singer, Mycologia 39 (1): 81 (1947), nota in  Oriente con il nome di  “sugihiratake”. Sinonimi  ormai abbandonati sono Pleurotus porrigens (Pers. ex Fr.) Kummer = Pleurotellus porrigens (Pers. ex Fr.) Kühn. & Romagn. In Giappone questo fungo viene consumato abitualmente. Nel 2004 tuttavia, vi furono i primi casi di intossicazione; i pazienti coinvolti in questa sintomatologia, erano già affetti da malattie renali croniche. Dopo  alcune settimane dal consumo della specie fungina si sono avute alterazioni di tipo neurologico con manifestazioni di encefalopatia acuta, parestesie, alterazioni della coscienza, convulsioni ed edema cerebrale, con 9 casi di decesso [FOLLESA P. et al., 2009] 

Principi attivi:

Le tossine responsabili non sono state identificate; si ipotizza che l’insufficienza renale cronica non consenta di eliminarle, per cui di conseguenza  esse si accumulano in modo irreversibile, generando le manifestazioni di tipo neurologico note [FOLLESA  P. et al., 2009]. Tramite dosaggio con UPLC (Ultra Perfomance Liquid Chromatography) e ToF-MS (Spettrometria di massa), è stata riscontrata la presenza di diversi metaboliti, analoghi alla vitamina  D, i quali possiedono un’azione agonista della vitamina D, provocando ipercalcemia e/o iperammoniemia. L’alterazione di tipo elettrolitico potrebbe causare encefalopatia acuta su soggetti con insufficienza renale cronica. Questi metaboliti, agendo come agonisti della vitamina D, inducono una ipocalcemia acuta con conseguenti tremori, mioclono e crisi convulsive, riscontrabili in questa intossicazione [FOLLESA P. et al.,- 2009]. Gli analoghi della vitamina D, si comportano [ASSISI et. al.,  2010],  come gli agonisti della stessa vitamina D, e sarebbero quindi responsabili della encefalopatia acuta da ipercalcemia o da iperammoniemia; oppure si comporterebbero da antagonisti, con conseguente ipocalcemia acuta [SASAKI et al., 2006] [ASSISI et. al.,  2010]. Soggetti in stato uremico possono manifestare un’encefalopatia acuta a causa di un’alterazione elettrolitica, per trattamenti dialitici, per eventi di tipo cerebrovascolare, per intossicazione di alluminio, infezioni virali, e frutti come Averrhoa carambola [FOLLESA P. et al., 2009]. Un recente lavoro di [AKIYAMA et al., 2006], ha evidenziato nel fungo la presenza di cianuro e tiocianati. La concentrazione di acido cianidrico nei funghi va da 0,9 mg/g a 6,6 mg/g; tali livelli sono molto bassi per causare l’encefalopatia acuta da avvelenamento da HCN, tenendo conto anche del fatto che altre specie [FOLLESA P. et al.,- 2009] quali: Clitocybe geotropa (Bull.) Quél.; Clitocybe gibba (Pers. : Fr.) P. Kumm.; Lepista inversa (Scop.) Pat.; Pseudoclitocybe cyathiformis (Bull. : Fr.) Singer; Marasmius oreades (Bolton : Fr.) Fr.; contengono concentrazioni pari a 260 mg/Kg [STIJVE & De MEIJER 2004]. Con molta probabilità l’insufficienza renale crea interazioni, poiché  non si riescono ad allontanare tossine [ASSISI F. et al., 2010].  

Sintomatologia clinica:

I 32 pazienti, che hanno manifesto la sintomatologia, erano tutti affetti da insufficienza renale cronica e buona parte di loro era in trattamento dialitico; tutti hanno avuto sintomi di tipo neurologico. L’ingestione di funghi era avvenuta 2-3 settimane prima delle manifestazioni cliniche. Inizialmente si sono avute: parestesie (alterazione della sensibilità degli arti o di altre parti corporee), lievi tremori, astenia severa agli arti inferiori, disorientamento, comparsa di lesioni nella zona della corteccia cerebrale dopo 6-8 giorni, alterazioni dello stato coscienziale, convulsioni, mioclonie, disartria (alterazione nell’articolazione della parola), atassia, (progressiva perdita della coordinazione muscolare)  comparsa di crisi epilettiche e morte su tre soggetti intossicati causata da insufficienza respiratoria  e da conseguenti danni cerebrali. Si nota altresì assenza di sintomi a livello gastroenterico. Affinché la sintomatologia si manifesti, occorre che sussista una condizione di insufficienza renale cronica, in trattamento dialitico, associata ad una ingestione eccessiva di funghi [ASSISI F. et al.,- 2010].   La TAC e la RMN hanno confermato la diagnosi clinica di encefalopatia [FOLLESA P. et al.,- 2009]


Terapia:

E’ sintomatica e di supporto alle funzioni vitali. Può esserci un miglioramento a livello neurologico, se nelle fasi iniziali vengono somministrati i corticosteroidi. [ASSISI F. et al.,- 2010].   





Bibliografia:

AKIJAMA H., TOIDA T., SAKAI S., AMAKURA Y., KONDO K., SUGITA KONISHI Y., and MAITANI T., - 2006 “Determination of Cyanide and Thiocianate in Sugihiratake Mushroom Using HPLC Method wit Fluorometric Detection”. J. Health Sci., 52(1),73-77
FOLLESA  P. - con i contributi scientifici di: ASSISI F., AURELI P., BRUNELLI E., COCCHI L., MELIA' P., PAPETTI C., VISENTIN G. - 2009 “Manuale  tecnico  pratico, per indagini  su campioni fungini”. AMB – Csm Edizioni, 384 pp
FRANCHINA P. - 2007 “Sindrome encefalica da Pleurocybella porrigens. 4° Convegno Internazionale di Micotossicologia”. Trento 6-7 Dicembe
SASAKI  H., AKIYAMA H., YOSHIDA Y., KONDO K., AMAKURA Y., KASAHARA Y., and MAITANI T., - 2006  “Sugihiratake Mushroom (Angel’s wing Mushroom) Induced Cryptogenic Encephalopathy may Involve Vit.  D Analogues”. Biol. Pharm. Bull., 29(12):2514-2518
STIJVE T., A.A.R. DE MEIJER -2004 “Hydrocyanic Acid in wild-growing and cultivated edible mushrooms”. Bull. AEMBA n° 43: 15-25

Tutti i marchi ed i contenuti citati appartengono ai leggittimi proprietari
Si autorizza l'uso delle foto presenti su questo sito unicamente citando la fonte
Giacomo Attili - Via Grazia Deledda n° 2 - 67100 L'Aquila

Offered by: